Come distinguere una crisi evolutiva e fisiologica da un disagio” prevede di fornire ai genitori e agli insegnanti delle semplici linee guida per distinguere un disagio fisiologico per l’età da uno a rischio.Pertanto si vedranno- per le diverse fasce di età- quali sono i compiti evolutivi che il bambino è chiamato ad affrontare e quali sono le “crisi” fisiologiche che ci si aspetta nelle diverse fasi. Si approfondiranno, inoltre, le differenze culturali nell’educare i figli. I genitori e, a volte, anche gli insegnanti si sentono spaesati e disorientati nella loro funzione educativa perché non comprendono come mai il bambino mostri alcuni comportamenti. Sarebbe invece importante che questi adulti acquisiscano delle competenze che permettano loro di decodificare il comportamento del bambino senza virare in ansie eccessive o, all’opposto, in trascuratezza. Dopo la proiezione di alcune slide si lascerà ampio spazio ai dubbi e alle domande di insegnanti e genitori, che potranno confrontarsi non solo con due psicologi esperti in età evolutiva, ma anche con l’esperienza di altri genitori e insegnanti che affrontano quotidianamente simili problematiche. In tal modo si mira inoltre a creare una rete di supporto tra di essi. Per facilitare l’accesso dei genitori, ci sarà in contemporanea un incontro per i loro figli in un’aula vicina, in cui i bambini giocheranno con la favola dei tre porcellini. Si utilizzerà la metodica del Role Playing e i bambini a turno vestiranno i panni dei tre porcellini e del lupo. In seguito ci sarà un piccolo momento fatto di disegni e discussioni in cui si cercherà di elaborare le emozioni emerse. Tale favola permette, infatti, l’elaborazione delle proprie paure legate alla dipendenza e all’autonomia e all’aggressività. Progetto realizzato Municipio VI