Author: Fondazione Daniela Milano

Siamo sempre stati presenti per i nostri utenti, cercando in tutti i modi di ascoltarli e aiutarli, ed è proprio in quest'ottica che abbiamo rinnovato il nostro sito. Questa nuova versione permette infatti una comunicazione più chiara, più veloce e facilita l'accesso ai nostri servizi. Il sito è trasparente, si può già prendere visione su come si potrebbe strutturare i vari percorsi offerti, come ad esempio quello di valutazione. Per facilitare la

Il benessere psicologico di tutti per tutti! La Fondazione, in linea con la propria mission di privato sociale, ha offerto negli anni e tuttora fornisce prestazioni professionali sostenibili alla sua utenza pur mantenendo standard di qualità e garanzia di lavoro integrato e multidisciplinare. Tuttavia, esiste una larga fetta di persone per le quali diventa difficile sostenere una spesa mensile legata alla psicoterapia, soprattutto quando questa si affianca ad altri interventi, per

Come riconoscere le più frequenti paure dei bambini La paura è un’emozione che riguarda, in misura variabile, ogni essere umano e che lascia nella mente di quest’ultimo tracce indelebili che possono riemergere sia in forma cosciente che attraverso i sogni. La paura, inoltre, può generare vari problemi di adattamento e quando si manifesta mediante delle vere e proprie fobie, può bloccare il normale andamento della vita di una persona costringendola a limitazioni

L'esperienza di Valentina Aschelter Il tirocinio alla Fondazione Daniela Milano mi ha permesso di osservare e partecipare all'intero processo di presa in carico della famiglia a 360 °; dall'accoglienza alla diagnostica, dalla terapia famigliare al sostegno individuale e genitoriale. Trovo particolarmente formativa la possibilità di osservare momenti di gioco specifici genitore- bambino, all'interno dei quali è possibile cogliere le qualità specifiche di ogni relazione attraverso l'osservazione delle diverse modalità di interazione

L'esperienza di Chiara Chimenti Sono la Dott.ssa Chiara Chimenti, laureata in psicologia dello sviluppo e dell’educazione, attualmente sto svolgendo il secondo anno di specializzazione presso l’Istituto di Terapia Relazionale Integrata (ITRI). Ho deciso di svolgere il tirocinio di specializzazione presso la Fondazione per l’importanza data al lavoro con le famiglie, ambito di mio interesse. In particolare mi ha colpito come la Fondazione si occupi del supporto alle famiglie integrando aspetti può clinici a quelli di natura

Sviluppare la comunicazione nei bambini La scuola è, insieme alla famiglia, il luogo deputato alla comprensione e allo sviluppo delle competenze comunicative delle nuove generazioni. Si tratta di compiti assai delicati, che pongono problemi e richiedono un notevole impegno di elaborazione. La comprensione a livello di senso comune su come funziona la mente dà un ordine agli eventi sociali attorno ad essa, fornisce delle spiegazioni per il comportamento degli altri e permette di

Aiutare i bambini a sviluppare le medesime competenze nell'arte della comunicazione I fattori che possono ostacolare lo sviluppo nel bambino dell’abilità di comunicare con gli altri bambini e con gli adulti in modo efficace, possono essere molteplici: a partire dal non essere stati abituati a mettersi nei panni dell’altro o dall’essere incapaci a tollerare di non soddisfare subito i propri bisogni o dal non sapersi fermare ad ascoltare. Tale difficoltà a comunicare

Capire i bambini dalla nascita ai 12 anni. Come distinguere una crisi evolutiva e fisiologica da un disagio Come distinguere una crisi evolutiva e fisiologica da un disagio” prevede di fornire ai genitori e agli insegnanti delle semplici linee guida per distinguere un disagio fisiologico per l’età da uno a rischio. Pertanto si vedranno- per le diverse fasce di età- quali sono i compiti evolutivi che il bambino è chiamato ad affrontare

L'alimentazione, le regole, il controllo sfinterico, la separazione dai genitori. La relazione genitore bambino, infatti, in questi frangenti viene spesso messo a dura prova e lo stesso bambino spesso soffre per il turbamento e disorientamento che sente nel genitore. Pertanto si è pensato di proporre nelle scuole materne e negli asili nidi, siti nei municipi, un ciclo di quattro seminari su: alimentazione, controllo sfinterico, regole e separazione dei genitori .Nei giorni nostri la

tra le nostre esperienze e quelle dei genitori e degli insegnanti Nei giorni nostri la maggior parte dei figli percepisce la difficoltà dovuta alla mancanza di punti di riferimento stabili nel crescere e nell’educare da parte dei propri genitori. Con lo sviluppo della globalizzazione e l’accesso a numerose, e spesso disparate, informazioni, il bambino rischia di sentirsi spaesato, mentre il genitore non riuscendo più a capire se il comportamento del proprio figlio